Home Aziende e Imprese Come Aprire una Società di Consulenza Finanziaria

Come Aprire una Società di Consulenza Finanziaria



Una società finanziaria rappresenta allo stesso tempo una fonte di guadagno e una fonte di rischio fallimentare tangibile, questo perché in molti si sono già avventurati in un’attività simile senza possedere le giuste competenze professionali. Il mercato si trova in continua evoluzione e non conoscerne le regole e comporta gravi conseguenze per i meno esperti.

Ecco perchè, prima di aprire una società finanziaria redditizia e di successo, sarà importante conoscere tutti gli aspetti e i fattori principali di rischio.

 

GUIDA PER L’AVVIAMENTO DI UNA SOCIETA’ FINANZIARIA

I requisiti burocrati a cui adempiere saranno:

  • iscrizione presso l’Albo dei consulenti finanziari;
  • essere in possesso di un adeguato titolo di studio;
  • essere in possesso dei requisiti di professionalità, onorabilità, indipendenza e patrimonialità.

Per addentrarsi nell’intricato mondo degli affari dovrete disporre di un bagaglio di conoscenze professionali approfondite. Questo significa conoscere l’andamento del mercato. L’esercizio del servizio di consulenza finanziaria sarà subordinata all’iscrizione verso un apposito Albo dedicato ai consulenti finanziari.

Oltre ad essere in possesso del titolo di studio adeguato dovrete aver superato la prova valutativa indetta ed organizzata dall’Organismo con cadenza annuale.  Infine dovrete anche essere in possesso dei requisiti di professionalità, onorabilità, indipendenza e patrimonialità.

A questo punto, dopo una seria e accurata valutazione dei requisiti, l’Organismo, procederà con l’iscrizione presso l’Albo e sarete autorizzati ad esercitare la professione. Dall’inizio dell’attività avrete trenta giorni di tempo per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’avvio della società, che essa sia in forma individuale o societaria. L’apertura della Partita Iva diventerà il passo successivo da compiere. Come titolari di partita IVA, per legge, dovrete versare i contributi previdenziali e fiscali per via telematica.



In seguito dovrete inoltre presentare i documenti di “comunicazione Unica” e la “dichiarazione di inizio attività” per procedere con l’avvio della vostra impresa.

Vi occorrerà uno studio dove esercitare e ricevere i potenziali clienti, quindi un badget a disposizione per acquistare o affittare un locale adatto, preferibilemnte ubicato in una zona strategica centrale.

 

APRIRE UN’ATTIVITA’ FINANZIARIA IN FRANCHINSING

Potrete decidere di aprire la vostra attività servendovi dell’affiliazione in franchising. L’avvio di un’agenzia in franchising permette di gestire differenti operazioni finanziarie come:

  • prestiti individuali;
  • prestiti personali tramite la cessione del quinto dello stipendio;
  • prestiti personali tramite il prestito delega;
  • concessione di carte di credito revolving;
  • concessione del mutuo per la prima casa.

Per richiedere un finanziamento in franchising sarà necessario che anche il territorio nel quale si ha intenzione di aprire la propria impresa abbia determinate caratteristiche:

  • un centro abitativo di almeno 25.000 abitati;
  • un bacino di utenza di almeno 150.000 abitanti;
  • un locale ufficio con una metratura minima di 50 mq e due uffici divisi;
  • copertura internet a banda larga con un sevizio ADSL 256 Kbps;
  • 2 operatori a disposizione della stessa agenzia (piccola);
  • 3 operatori a disposizione della stessa agenzia (media).

L’agenzia frachising consente ai propri affiliati di ottenere differenti servizi, dalla consulenza all’assistenza, alla gestione del database e del portafoglio clienti, attraverso un software gratuito con interfaccia web.