Home Aziende e Imprese Come Avviare una Scuola di Musica

Come Avviare una Scuola di Musica



Se avete deciso di aprire una scuola di musica e avete esperienza alle spalle in merito, questa guida vi aiuterà a comprendere meglio quali saranno i passi decisivi da compiere. I guadagni economici derivanti da un’attività simile possono rivelarsi davvero interessanti in particolar modo se riuscirete ad organizzare un team fidato e professionista.

Durante gli ultimi anni i talent show proposti dai media hanno sollevato un’affluenza di iscritti presso le scuole di musica e canto. Per aprire un complesso del genere non dovrete affrontare spese eccessive, ma allo stesso tempo dovrete tenere conto della concorrenza e del lancio pubblicitario per farvi conoscere.

Una scuola di canto inoltre si differenzia dalla scuola conservatorio di musica, infatti non è previsto alcun titolo di rilascio legale in seguito allo svolgimento dei corsi.

All’interno di una scuola di musica gli iscritti impareranno a suonare uno strumento o cantare, mentre i percorsi didattici presenti all’interno dei vari programmi saranno soggetti a variazioni. Questo per facilitare il livello di ogni iscritto e muoversi nella direzione delle singole esigenze individuali.

 

ITER BUROCRATICI E LIMITI PER AVVIARE UNA SCUOLA DI MUSICA

La scuola di musica è considerata come un’impresa culturale e per questo senza scopo di lucro. La finalità di non lucro rimane un dato di fatto persino nel caso in cui la scuola aumenti i propri profitti e nel caso in cui ogni dipendente riceva uno stipendio per i suoi insegnamenti. Tuttavia esistono dei vincoli da rispettare, ad esempio la non divisibilità degli utili, sulla quale dovrete essere ben informati.

Seguendo l’iter burocratico dovrete:



  • Rivolgervi al vostro Comune per comunicare l’Inizio dell’Attività;
  • presentare il Certificato di Agibilità dei locali all’interno della scuola di musica (si ottiene presso l’ASL);
  • per le strutture che superano i di 400 mq. è necessario ottenere l’autorizzazione rilasciata dai Vigili del Fuoco;
  • dovrete aprire la Partita Iva;
  • effettuare l’Iscrizione alla Camera di Commercio e al Registro delle Imprese;
  • iscrizione presso INAIL e INPS;
  • pagamento della SIAE.

Fatto questo e una volta stipulato il badget per avviare la vostra scuola di musica dovrete pensare a cosa realmente saranno interessati i possibili allievi. A fronte di questo motivo i corsi dovranno essere più vari possibili, cercando di soddisfare diverse esigenze in modo professionale e corretto. L’ambiente deve rispecchiare un’aria serena e famigliare, offrendo al tempo stesso la competenza degli esperti.

 

LE GIUSTE ATTREZZATURE E IL FATTORE PROMOZIONE

La forma di contratto migliore per aprire un’attività di questo genere è quella di “studio”. All’interno andrà menzionato lo spazio esercitato in un’attività con un determinato numero di allievi. Le dimensioni della scuola dipenderanno esclusivamente dalle vostre possibilità economiche e dalla previsione numerica degli iscritti. Punto principale sarà l’insonorizzazione delle stanze, la presenza di tutta l’attrezzatura necessaria, gli strumenti di base, eventuali spartiti e leggii, lavagne, e via dicendo.

Al fine di promuovere l’apertura della scuola di musica dovrete munirvi di un sito web semplice, ma dettagliato, offrendo anche la possibilità di effettuare delle prove gratuite, al fine di coinvolgere la clientela.

Al di là della forma sociale della scuola di musica, potrebbe essere possibile contare sui dei finanziamenti a fondo che prevedono una restituzione del 50% del totale che concesso.