Provincia Lavoro Aziende e Imprese Come Vendere i Prodotti Artigianali su Internet

Come Vendere i Prodotti Artigianali su Internet



Molti utenti si domandano quale sia la procedura corretta prevista dalla legge per immettere sul mercato online i propri prodotti di realizzazione artigianali evitando seconde strade con fatturazione definita in nero.

Senza la necessità di investire grandi capitali di denaro si potrà quindi avviare un’attività presso uno store online dove poter riporre in vendita le proprie realizzazioni. Lo spazio online dove costruire il proprio store dovrà essere correlato da relative fotografie e descrizioni dettagliate accompagnate dal prezzo di acquisto e dalle varie tipologie di pagamento accettate.

Ma la sola descrizione all’interno della home page principale non risulterà tuttavia sufficiente, occorreranno basi solide di marketing e approfondite conoscenze del mondo online al fine di seguire tutte le strategie più indicate per incrementare visibilità e guadagni, riuscendo a distinguersi dal resto degli altri store che affollano sempre di più il mercato digitale.

Attraverso questo articolo cercheremo di approfondire tutti gli aspetti legati alla vendita delle proprie opere artigianali.

 

Cosa Occorre sapere per vendere i prodotti artigianali su internet

In base alle proprie abilità pratiche manuali sarà possibile stabilire e programmare in anticipo su quale settore indirizzare il proprio store di vendita, offrendo una determinata gamma di prodotti e possibili ordinazioni a richiesta da parte degli acquirenti.

Sarà opportuno rendere disponibile la visualizzazione di un catalogo completo esaustivo sotto ogni punto di vista occupandosi non soltanto delle rispettive descrizioni ma anche della parte grafica, essenziale dal punto di vista visivo ad un primo impatto.



Un buon campionario prevedrà l’introduzione di almeno tre tipologie diverse appartenenti allo stesso prodotto in modo tale da poter offrire ai possibili acquirenti la possibilità di poter variare tra colori e forme. Tra le diverse voci dovranno risultare ben evidenti le modalità di invio, la scelta dei relativi corrieri o servizi postali e i tempi di attesa per la ricezione della merce, offrendo dove possibile anche la possibilità di procedere ad un reso dell’eventuale merce difettosa o danneggiata durante il viaggio.

Necessaria si rivelerà possedere una regolamentare Partita Iva grazie alla quale poter rilasciare una regolare fattura, compresa di tassazioni previste per legge, indispensabile anche nel caso in cui l’attività online risulti solamente un semplice hobby secondario alla propria professione principale. Altrettanto utile potrebbe dimostrarsi l’inserimento di aggiornamenti relativi alla pagina di vendita dove integrare una presentazione personale e qualche esempio pratico di manualità.

Studiare una campagna di promozione e sponsorizzazione rappresenterà invece una tappa obbligata, appoggiandosi anche al sostegno di sponsor dove possibile. Tra le altre cose si potrà prevedere un pagamento extra relativo al confezionamento regalo dei prodotti messi a disposizione, stessa strategia adottata ormai anche dallo store online Amazon, con tanto di fiocco regalo e messaggio dedica.

Si dovranno rendere disponibili all’accettazione le maggiori carte di credito presenti attualmente sul commercio comprese anche le carte prepagate, gli eventuali bonifici bancari oppure la modalità in contrassegno particolarmente utile per i clienti che non necessitano di altri sistemi di pagamento. Si potranno seguire corsi specifici di marketing al fine di incrementare le proprie conoscenze.