Provincia Lavoro Franchising Aprire un Franchising a Costo Zero

Aprire un Franchising a Costo Zero



L’idea di un investimento in franchising risulta una delle soluzioni atte a dimezzare quanto meno il costo iniziale di una quota di ingresso spesso alta da investire in qualsiasi nuovo progetto.

Riguardo al franchising esistono diverse possibilità per avviare una nuova attività senza il peso di un costo d’investimento iniziale. Questa forma di franchising tuttavia non risulta essere fra le più conosciute e utilizzate sul mercato, forse proprio a causa di un iter che non appare del tutto semplice.

Nel momento in cui si decide di aprire una nuova attività senza possedere un budget per sostenere tutti i costi iniziali, il franchising a costo zero, potrebbe diventare una delle uniche soluzioni disponibili per riuscire a realizzare i propri intenti e giungere al successo.

 

Franchising a costo zero: come aprire un’attività senza di investimento iniziale

Generalmente all’interno di un pacchetto contrattuale per il franchising sono racchiusi gli investimenti per i costo d’ingresso da parte dell’investitore che serviranno a coprire l’allestimento del locale e delle forniture necessarie per la vendita al pubblico. Ma se l’imprenditore non è in grado di sostenere i costi richiesti dalla maggior parte dei contratti franchising potrà tentare la strada del franchising a costo zero attraverso due metodiche.

La prima strategia consiste nel richiedere un finanziamento presso un istituto di credito per farsi carico di tutte le spese iniziali senza sforare il proprio budget, mentre la seconda riguarda nello specifico la sottoscrizione ad un contratto franchising privo di costi di entrata iniziali.



Questa alternativa non si dimostra particolarmente sfruttata all’interno del paese italiano, poiché prevede un sistema differente rispetto ai contratti tradizionali. Un franchising a costo zero trova collocazione soprattutto nel cosiddetto settore del lavoro da casa che si sta comunque espandendo anche sul nostro territorio in questo attuale periodo. Grazie a web online l’idea di un’affiliazione può azzerare i costi di entrata e l’adesione ad un brand già affermato sul panorama del mercato. In assenza di un supporto economico di base sarà impossibile pensare di aprire un’attività compresa di una sede fisica con i relativi costi del locale, degli arredi, della merce disponibile in negozio.

Proprio per questo motivo pensare di intraprendere un investimento in un settore online, differente dalle proposte fisiche, può rivelarsi un’ottima scelta.

Un esempio online di attività commerciale potrebbe essere quella di aprire un negozio all’interno di piattaforme e store affermate come quelle di Amazon e eBay, pur non trattandosi di un vero e proprio franchising con il brand. Tuttavia, in questo caso, si sfrutterebbe la vetrina dei migliaia di visitatori presenti ogni giorni su tali store, con costi di gestione per l’apertura relativamente bassi e contenuti.

Molte altre aziende del settore franchising offrono comunque una serie di vantaggi previsti da costi iniziali tra gli 0 e i 10 mila euro, a seconda del settore sul quale puntare. Un franchising a costo zero non permette di aprire grandi aziende, ma risulta limitato ad alcuni settori nei quali sarà possibile sfruttare comunque la solidità del marchio. Online potranno essere aperte attività nel settore della ristorazione, dell’abbigliamento, dell’oggettistica, ecc.




Aprire un Franchising a Costo Zero ultima modifica: 2017-11-23T10:31:57+00:00 da redazione