Calcolo RAL, il Reddito Annuo Lordo, cos’è e come si calcola

Calcolo RAL, il Reddito Annuo Lordo, cos’è e come si calcola


Ogni anno a tutti lavoratori e i pensionati, o dal proprio datore di lavoro oppure dall’ente pensionistico (a seconda della categoria di appartenenza), viene consegnato il documento chiamato Certificazione Unica (l’ex CUD per intenderci), al cui interno sono contenute tutte le informazioni per poter detrarre il Calcolo RAL. Ma come funziona?

Certificazione Unica

Quando si parla di Certificazione Unica si intende un documento diviso in due differenti parti, dove in una è possibile reperire tutte le informazioni che concernono i dati fiscali del lavoratore, mentre nell’altra sono contenuti tutti i suoi dati previdenziali.

Purtroppo trovare il RAL (il Reddito Annuo Lordo) può non essere un’operazione semplice, perché all’interno di questo documento sono presenti svariate pagine che sono contrassegnate con diversi dati e numeri.

Proprio per questo motivo comunemente capita che il RAL venga confuso con il Reddito Imponibile, sostanzialmente quel dato che ci permette di calcolare l’IRPEF, quindi per evitare di sbagliare la soluzione ideale è quella di chiedere l’aiuto di un commercialista.

Comunque, a scanso di equivoci, ricordiamo che il RAL lo si può individuare nella della seconda parte della Certificazione Unica, ovvero quella dedicata ai dati previdenziali, per essere più precisi questo è riportato a pagina 4, prima riga:

  • All’interno del punto 1, sezione 2 per i dipendenti che hanno un contratto di lavoro a progettoa tempo indeterminato o a tempo determinato, esattamente al punto 9, che è può essere identificato sotto la dicitura Collaborazioni coordinate e continuative.

Come si calcola il Reddito Annuo Lordo

Forse, i più inesperti, non sanno che per calcolare correttamente il RAL bisogna necessariamente escludere alcune voci, ovvero nello specifico:



  • rimborsi relativi alle spese (che spettano per la benzina, il vitto e l’alloggio nel caso in cui si vada a lavorare in trasferta, oppure siano richiesti spostamenti)
  • Gli straordinari

A questo punto, dopo essersi assicurati di aver eluso tutti i punti che abbiamo elencato qui sopra, si può procedere al calcolo del RAL che, sostanzialmente, non è nemmeno troppo complicato in quanto è necessario sottrarre:

  • Il Reddito Annuo Lordo dall’IRPEF
  • Il Reddito Annuo Lordo dai contributi previdenziali, che ricordiamo vengono sempre e comunque pagati dallo stesso lavoratore

Quindi, in altre parole, possiamo dire che la formula matematica da applicare è la seguente:

  • RAL – IRPEF – Contributi a carico del lavoratore

E, chiunque sia in grado di leggere da solo la Certificazione Unica è anche in grado di potersi calcolare il RAL senza necessariamente rivolgersi al commercialista, in quanto come abbiamo potuto vedere la formula matematica è relativamente semplice.

Calcolo Reddito Mensile Netto

Inoltre volendo si può anche calcolare il Reddito Mensile Netto, il quale (esattamente come per ottenere il RAL) non richiede delle formule matematiche troppo complicate, in sostanza non occorre necessariamente aver sostenuto un percorso di studi in Economia.

Infatti anche in questo caso al RAL bisogna sommare le 12 mensilità percepite, qualora si decidesse di comprendere anche la tredicesima e la quattordicesima, allora il calcolo va fatto per 13 oppure 14 mensilità. Questo, vuol dire che la formula matematica possiamo tradurla così:

  • RAL + 12 mensilità (oppure 13/14 mensilità).


Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi