Provincia Lavoro Tasse e Leggi Codice Tributo 3850, cos’è e a cosa si riferisce

Codice Tributo 3850, cos’è e a cosa si riferisce



Il codice tributo 3850 appartiene alla serie di stringhe di codici tributari che dovranno essere espressamente dichiarati sul modello F24, ai fini di versare le dovute imposte all’Agenzia delle Entrate.

Il codice tributo 3850 si riferisce ad una determinata categoria di contribuenti per il versamento d’imposta del diritto camerale dovuto da ogni impresa alla Camera di Commercio relativa al territorio di appartenenza.

Come utilizzare il suddetto codice tributo 3850? Attraverso questa guida dedicata ci occuperemo di comprendere la finalità e la corretta compilazione del modello F24 riferita a tale stringa di codice. All’interno delle innumerevoli sigle in codice tributario risulta fin troppo semplice confondersi e rischiare di riportare un codice errato per il quale essere costretti a successive sanzioni. Una semplice guida potrà rivelarsi di fondamentale importanza per tutti i contribuenti inesperti e incerti.

 

Cos’è e a cosa serve il Codice Tributo 3850

Il codice tributo 3850 sancisce il versamento d’imposta del diritto camerale che ogni impresa deve erogare alla Camera di Commercio relativa al territorio di appartenenza. Il codice tributo 3850 dovrà essere inserito nell’apposita sezione all’interno del modello F24 con un espresso riferimento all’annualità per la quale effettuare il saldo.

L’imposta del diritto camerale a versare alla Camera di Commercio si riferisce ad ogni impresa regolarmente iscritta al Registro delle imprese, oppure presso la Camera di Commercio del territorio di competenza.

Il versamento dell’imposta tramite codice tributo 3850 dovrà essere effettuato tramite un’unica soluzione, con la possibilità di compensare la somma dovuta annuale per mezzo dei relativi crediti a riguardo di vari codici tributo. Nel caso specifico di compensazione denominata a saldo zero, gli importi per i diritti annuali, dovranno essere saldati con una maggiorazione dello 0,40% entro le scadenze riportate.



Durante la compilazione del modello F24 si dovrà tenere inoltre conto di alcuni dati fondamentali, si dovrà riportare il codice tributo 3850 all’interno della specifica sezione per il pagamento dell’imposta sul diritto camerale, specificando poi l’anno al quale il versamento si riferisce, prestando particolare attenzione alla sezione “Codice ente locale”.

In tale sezione si dovrà riportare la targa automobilistica relativa alla provincia della Camera di Commercio alla quale l’imposta è destinata, senza commettere errori. Nella sezione “Importi a debito versati” si dovrà invece riportare l’esatto e corretto importo che l’impresa è tenuta per legge a saldare, determinato dalla somma della sede e delle unità locali presenti nella provincia. In caso di imprese a più possedimenti, in varie province italiane, dovranno essere compilati più righi all’interno del modello F24 stesso, specificando ogni sigla provinciale.

 

Esempio di Compilazione del Modello F24 con il Codice Tributo 3850

(1) codice ente/codice comune: inserire la sigla della provincia

(2) ravv.: da non compilare

(3) immob. variati: da non compilare

(4) acc.: da non compilare

(5) saldo: da non compilare

(6) numero immobili: da non compilare

(7) codice tributo: indicare 3850

(8) rateazione/mese rif:  da non compilare

(9) anno di riferimento: Anno d’imposta per cui si effettua il pagamento

(10) importi a debito versati:  indicare l’importo a debito

(11) importi a credito compensati: da non compilare

(12) TOTALE G: somma degli importi a debito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali

(13) TOTALE H: somma degli importi a credito indicati nella sezione IMU e Altri Tributi Locali, in caso di assenze di importi a credito non dovrà essere compilato

(14) SALDO (G-H): indicare il saldo (TOTALE G – TOTALE H)

(15) detrazione: da non compilare.




Codice Tributo 3850, cos’è e a cosa si riferisce ultima modifica: 2018-04-10T12:12:31+00:00 da redazione