Come Allevare Correttamente le Galline Ovaiole



Allevamento di Galline

Se disponete di uno spazio all’aperto e avete deciso di allevare le gallina ovaiole potrete essere certi della qualità e della freschezza delle vostra uova. Indubbiamente otterrete un risultato in cucina migliore rispetto a quelle offerte in vendita dai supermercati e dalle grandi catene.

Allevare le galline non è un compito arduo, tuttavia richiede una gran dose di pazienza iniziale, soprattutto per abituarle a covare le uova nello stesso posto.

Prima di tutto dovrete munirvi di un pollaio che potrete costruire voi stessi, oppure acquistare presso un venditore specializzato.

 

Cosa Serve

Per la produzione di uova occorre poi saper scegliere le giuste razze di galline, le cosidette ovaiole sono in realtà il frutto di anni di accoppiamento da parte degli allevatori fra speci. Le più indicate sono le galline ovaiole di piccole proporzioni, adatte sia per pollai di dimensioni contenute che per grandi allevamenti.

Le galline Isabrown e Hy-line producono un numero minimo di uova intorno alle 240 all’anno del peso compreso tra i 60 /65 grammi. Normalmente per acquistare questa razza è consigliabile scegliere animali di 4/5 mesi di vita.

Se invece preferite far ricadere la vostra scelta sulle razze autoctone, tipiche del territorio dove vi trovate, allora dovrete informarvi sulle particolarità delle galline allevate nei dintorni. Trattandosi di galline rustiche la produzione delle loro uova fornirà un quantitativo minore rispetto a quelle di una razza ovaiola selezionata, circa 120/200 uova annue (55/60 grammi di peso).

Le galline ovaiole più produttive presentano, fisicamente, una cresta, bargigli e zampe dai colori più sbiadite.

 

Allevamento all’Aperto

Che cosa occorre per un allevamento all’aperto?

Come abbiamo precedentemente detto è possibile allevare le galline in giardino, purché abbiamo sempre a disposizione un proprio ricovero, pollaio, dove predisporre i nidi. Vi occorreranno quindi:

  • un giardino e un pollaio (almeno 3 mq x 2 metri d’altezza);
  • galline ovaiole di circa 4 mesi che inizieranno a deporre le uova al 6 mese;
  • abbeveratoi;
  • casse di plastica;
  • paglia.

Assicuratevi di nutrire le galline ovaiole nel modo corretto, attraverso una giusta alimentazione che comprende:

  • mais tritato o spezzato;
  • verdure;
  • grano;
  • pane secco;
  • frutta;
  • crusca;
  • vaschette dove riporre il cibo.

Secondo le dimensioni del terreno dove deciderete di allevarle dovrete saper fare una stima numerica delle galline che intendete allevare. Se il giardino o il terreno si affacciano su una strada è inoltre consigliabile l’uso di una staccionata e di una recinzione.

In ogni gabbia andranno inserite le cassette di plastica riempite di paglia che diventerà il giaciglio e il nido per le uova. Riguardo gli abbeveratoi invece è preferibile scegliere quelli dotati di gocciolamento. Periodicamente dovrete riempire le vaschette con il cibo assicurandovi che non resti mai vuoto. Nel periodo pomeridiano è preferibile lasciare le galline libere al pascolo e accertarsi della pulizia delle gabbie, mentre la sera provvederete a farle ritornare nelle gabbie.

Le galline, giunte al sesto mese d’età, deporranno almeno un uovo al giorno per circa 19 mesi continui.

E’ bene informarsi presso il vostro comune di residenza prima di procedere con l’avviamento del vostro pollaio poiché in alcune zone specifiche l’allevamento delle galline potrebbe rappresentare un problema per i rispettivi residenti vicini alla vostra proprietà.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi