Come Aprire un Chiosco di Bibite



I chioschi-bar non sono una novità nel mondo del commercio e a fronte dello stesso motivo dovrete tenere conto di tutti i rischi se state pensando di aprirne uno.

Oltre i classici chioschi del bar ormai si trovano dei veri e propri minilocali disposti ad offrire una varietà di prodotti alla clientela.

Aprire un locale del genere richiede alcuni requisiti simili ad ogni altra attività commerciale.

 

Cosa Serve

Burocrazia

  • Partita IVA
  • Licenza ambulante
  • Autorizzazione edilizia
  • Autorizzazione occupazione suolo pubblico.
  • Autorizzazione sanitaria ASL
  • Iscrizione alla Camera di Commercio

 

Locale

Chiosco Mobile

Il chiosco inoltre può essere sia fisso che mobile, sarà dunque essenziale pensare alla tipologia prima di aprirlo. Nel caso di un chiosco fisso dovrete decidere inoltre l’esatta ubicazione che vi consentirà di attrarre il maggior numero di clienti possibili.

Per il chiosco mobile invece vi occorrerà una licenza da ambulante, presentando richiesta al Comune dove intenderete esercitare la professione. Il Comune stesso si incaricherà di fornirvi una lista delle possibili zone dove operare con il chiosco.

La spesa che dovrete sostenere per un chiosco mobile a traino si aggirerà fra i 1200 e i 1300 euro. Per un chiosco mobile dotato di impianti refrigeranti in dotazione e del necessario la cifrà si orienterà fra i 7500 e gli 8000 mila euro.

 

Chiosco Fisso

Per il chiosco fisso invece avrete bisogno dell’autorizzazione comunale per l’occupazione del suolo pubblico. Dopodiché dovrete presentare il progetto per ricevere l’autorizzazione edilizia, con la garanzia, rilasciata dall’ASL, di un alto standard sanitario per gli alimenti e le bevande con cui entrerete in contatto.



Infine il chiosco fisso, completo di tutta l’attrezatura necessaria, edito alla vendita di sole bibite, comprenderà un badget iniziale di 2500/3000 euro.

Le bibite fresche attireranno clienti soprattutto durante il periodo estivo, ma dovrete sempre prestare attenzione alla concorrenza scegliendo un punto strategico distante dalla presenza di altri chioschi.

Un’altra alternativa potrebbe essere quella di rilevare un chiosco già esistente e per altro completo delle attrezzature refrigeranti.

 

Cosa Fare

  • Puntare sulla qualità, sul fresco delle bibite. Stringere rapporti fiduciari con un fornitore, per le consegne quotidiane.
  • Mantenere sempre alto il livello di gentilezza, educazione e disponibilità verso il pubblico, a seconda della persona che si presenterà al chiosco.
  • Abituarsi alla fatica e ai ritmi frenetici, soprattutto durante il periodo estivo.
  • Calcolare bene gli acquisti al fine di evitare gli sprechi inutili.
  • Puntare sull’immagine del chiosco.
  • Scegiere una buona posizione, in prossimità di uffici, scuole o luoghi turistici e di passaggio.
  • Adottare strategie di prezzo intelligenti (sulle bibite fino al 300%).
  • Emettre sempre gli scontrini.
  • Occuparsi della promozione pubblicitaria del chiosco (attraverso siti web, volantini, offerte promozionali, ecc).
  • Puntare sull’immagine del chiosco (matriali e colori atti a richiamare l’attenzione del pubblico).
  • Investite su un prodotto (ad esempio prendendo in considerazione di servire del buon caffé rinnomato, con una macchina per l’espresso).