Come Diventare Doppiatore



La professione di doppiatori è senz’altro uno dei mestieri più affascinanti e complessi allo stesso tempo. Gli attori sono soliti muoversi in parte attiva, direttamente sulle scene delle riprese, mentre la figura del doppiatore vive il tutto rinchiuso in una stanza, dovendosi immedesimare nella parte dell’attore doppiato.

Molto spesso il percorso formativo dei doppiatori muove i suoi primi passi durante il periodo dell’infanzia e dell’adolscenza al fine di acquisire tutti i riflessi e le capacità recitative del caso.

Ma quali sono i percorsi e i titoli di studio per accedere alla professione di doppiatore? In questo articolo ci occuperemo di elencare tutti i requisiti fondamentali, integrati dal percorso di studi necessario per intraprendere una carriera all’interno di questo mondo.

 

REQUISITI PER DIVENTARE DOPPIATORI

  • Appredere le nozioni del doppiaggio sin da piccoli al fine di acquisire tutte le capacità recitative e tecniche, possedendo una vocazione innata per la pratica della recitazione.
  • Una buona formazione comprenderà una dizione perfetta, immedesimazione, versatilità, umiltà, costanza, pazienza, basi culturali, un discreto ritmo di velocità di lettura, capacità di organizzazione, lavoro in team, voglia di apprendere, gestione dello stress emotivo.
  • Frequentare corsi di formazione di recitazione attraverso il teatro, passando per le accademie più importanti a seguito del percorso di studi.
  • Assistere personalmente a turni di doppiaggio professionali al fine di apprendere dai professionisti del mestiere tutto ciò che di reale avviene in sede.
  • I candidati in età oltre i periodi accademici dovranno frequentare corsi di dizione, recitazione e doppiaggio.
  • Occorrerà iscriversi presso agenzie e casting di doppiaggio.
  • Accettare inizialmente piccoli doppiaggi al fine di aumentare le esperienze progresse sul proprio curriculum.
  • Una corsia preferenziale sarà riservata ai candidati figli d’arte già abituati alle sale di doppiaggio e indirizzati culturalmente all’arte della recitazione, ma tuttavia non saranno preclusi talenti esordienti purché risultanti effettivamente capaci.
  • Il doppiatore sarà spesso chiamato a svolgere turni veloci di doppiaggio per i quali si richiederanno ottime capacità organizzative, riuscendo a gestire stress e stanchezza.
  • Obbligo di laurea triennale di comunicazione e recitazione con un punteggio di voti alto.

 



CONSIGLI PRATICI PER GLI ASPIRANTI DOPPIATORI

Esercitarsi sin dalla tenera età rimane uno dei consigli fondamentali, lavorando sulla dizione, continuando a specializzarsi attraverso corsi, teatro, assistendo al lavoro dei doppiatori professionisti. Tra le varie opzioni si potranno valutare esperienze in radio e in teatro, mentre assumere confidenza con un microfono e un pubblico permetterà di acquisire pratica e sicurezza, accentando possibili critiche come strumenti per migliorare.

Un doppiatore si ritroverà a gestire un minor quantitativo di stress rispetto all’attore impegnato attivamente sulla scena, ma la sua competenza professionale eguaglia allo stesso modo quelle di un attore tradizionale. Per muoversi all’interno del mondo professionale di doppiaggio ci sarà bisogno di essere sostenuti da un agente in grado di procurarvi i giusti agganci e concrete oppotunità di lavoro attraverso i casting.

In alternativa si potranno seguire le varie offerte lavorative accedendo a specifici portali web del settore, oppure proporsi in radio e televisione come doppiatori di pubblicità.



Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi