Come Diventare Giudice di Pace, cosa fa, Requisiti, Concorso, Tirocinio e Nomina

Come Diventare Giudice di Pace, cosa fa, Requisiti, Concorso, Tirocinio e Nomina


La figura professionale del giudice onorario di pace rappresenta un magistrato onorario, quindi differente dai giudici in possesso di toga, con particolari funzioni giurisdizionali temporanee. Tale carica ha una valenza di soli 4 anni, con una sola possibilità di essere confermato alla scadenza e un limite massimo di 75 anni oltre i quali dovrà cessare l’attività come stabilito dalla legge.

Se state pensando di intraprendere una carriera professionale di questo tipo dovrete conoscere ogni aspetto, i requisiti fondamentali e il percorso di studi per accedervi, proseguendo nella lettura di questo articolo.

Cosa Fa

La figura del giudice di pace è soggetta a responsabilità disciplinare e, al contrario dei magistrati, non risulta tenuto a seguirne gli stessi doveri. Ciò che sicuramente dovrete sapere è che, a differenza del giudice togato, il giudice di pace ricopre un ruolo onorario per il quale non è prevista l’opportunità di carriera, né un rapporto di impegno con lo Stato. Al posto della retribuzione come pubblico impiegato il giudice di pace riceverà un’indennità cumulabile per i trattamenti di quiescenza e i trattamenti pensionistici.

Requisiti

  • Cittadinanza italiana.
  • Età fra i 30 e i 70 anni.
  • Godimento dei diritti civili e dei diritti politici.
  • Assenza di condanne per delitti colposi, misure di prevenzione e sicurezza, o a pena detentiva per contravvenzione.
  • Idoneità psichica e fisica.
  • Laurea in giurisprudenza.
  • Cessazione dell’attività lavorativa pubblica e privata prima della nomina a giudice di pace.
  • Abilitazione all’esercizio della pratica forense (requisito non necessario in presenza di funzioni giudiziarie, comprese quelle onorarie, per un biennio; funzioni notarili; insegnamento presso le università di materie giuridiche; funzioni inerenti a qualifiche dirigenziali; funzioni inerenti alla ex-carriera direttiva delle segreterie; funzioni inerenti presso le cancellerie giudiziarie).
  • Capacità di assolvere degnamente il ruolo ricoperto.

Concorso

Per poter ambire all’accesso della nomina di giudice di pace si dovrà attendere la pubblicazione dei posti vacanti, emessa con un anno di precedenza dal Presidente della corte di appello. La pubblicazione sarà consultabile presso la pianta organica degli uffici del giudice di pace in presenza di una nomina vacante.



Tale pubblicazione avviene in contemporanea anche sul sito ufficiale www.giustizia.it, nell’albo pretorio dei comuni interessati, sulla Gazzetta Ufficiale, con comunicazione anche ai Consigli dell’ordine degli Avvocati del distretto. I candidati dovranno quindi presentare una regolare domanda di tirocinio per la nomina entro 60 giorni dall’avvenuta pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, direttamente al Presidente della corte di appello della nomina vacante pubblicata.

Durante lo stesso anno solare in corso i candidati dovranno rispettare alcune restrizioni, non potendo presentare oltre tre domande relative a sedi differenti, non indicare oltre le sei sedi per ciascuna delle domande.

All’interno dello stesso distretto sarà possibile presentare più di una domanda di ammissione al tirocinio, allegando una dichiarazione di non ammissione presso altre sedi di tirocinio in corso o da svolgersi. La domanda senza tale dichiarazione non permetterà la selezione per la nomina di giudice di pace.

Tirocinio

Il periodo del tirocinio per la nomina di giudice di pace possiede una durata di 6 mesi, svolto presso il Tribunale indicato come sede dal candidato. Al termine dello stesso verrà espresso un giudizio inerente all’idoneità del tirocinante dal Consiglio Giudiziario. Sarà quindi formulata una graduatoria contenente la lista dei nominativi idonei alla nomina.

Nomina

Gli idonei saranno nominati giudice di pace attraverso il decreto del Ministro della giustizia, con deliberazione del Consiglio Superiore della Magistratura. Entro i successivi 30 giorni dalla nomina il candidato potrà assumere il possesso del proprio ufficio.



Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi