Come Diventare Imprenditore, di cosa si occupa, Requisiti e Progetto Imprenditoriale

Come Diventare Imprenditore, di cosa si occupa, Requisiti e Progetto Imprenditoriale


Diventare imprenditore è spesso un sogno comune, in questo mestiere si sa che le doti innate imprenditoriali risultano fondamentali, oltre che all’appropriato percorso formativo di studi.

Potremmo quasi ammettere che imprenditori si nasce e si diventa in parti eque, ma come per ogni qualsiasi altro talento lavorativo risulta innata la perspicacia e la capacità di saper emergere nell’affollato mondo degli affari odierno.

Il questo articolo cercheremo di convogliare tutte le relative informazioni, i percorsi di base e i migliori consigli indispensabili per inseguire una carriera imprenditoriale.

Di Cosa si Occupa

Che vogliate investire la propria carriera nel settore dell’imprenditoria edile, digitale, agricola, industriale, alimentare, e via dicendo, non ha alcuna importanza poiché prima di tutto dovrete avere ben chiaro il ruolo svolto dall’imprenditore.

Il codice civile riserva l’articolo 2195 proprio a questo tema, senza entrare però nel merito dello specifico, riportando solamente un elenco delle attività per le quali sarà necessario registrarsi al registro delle imprese.

Un esempio di alcune delle attività imprenditoriali sono:

  • Attività di trasporto
  • Attività edilizia
  • Attività assicurativa
  • Attvità industriali
  • Attività bancarie
  • Attività agricole (regolamentate dal codice civile all’articolo 2135)

Requisiti

  • Personalità da leader (un impreditore dovrà gestire le proprie emozioni ma anche sapersi affidare all’istinto, flessibilità, saper lavorare in squadra, presentando un carattere forte e allo stesso tempo paziente in vista dei futuri risultati, carisma e spiccate dote relazionali, mettendo in preventivo anche la reale ipotesi di un possibile fallimento).
  • Capitale da investire (in assenza di un fondo sufficiente a coprire le spese del proprio progetto si dovrà pensare ad istitutire una società di capitali dove possibili investitori potranno favorire il progetto alla base dell’impresa).
  • Iter burocratico (andranno analizzate tutte le procedure burocratiche relative all’apertura di un’attività come Partita Iva, iscrizione presso la Camera di Commercio, ecc).
  • Percorso studi (non è richiesta la specializzazione di una laurea con indirizzo dedicato, ma allo stesso tempo provenire da studi come ragioneria, economia o giurisprudenza potranno agevolare le relative questioni amministrative e incidere sul proprio curriculum professionale).
  • Seguire programmi di formazione professionale tramite corsi e Master.

Progetto Imprenditoriale

Alla base di ogni carriera imprenditoriale dovrà esserci un chiaro progetto per il quale saranno richiesti fondi di capitali, investimenti, tempo, studio ed elaborazione di strategie, ecc. Il progetto potrà essere pianificato da zero, basandosi su un’attività economica, oppure sfruttando idee già presenti sul mercato da migliorare, oppure ancora creando un qualcosa di innovativo.



In alternativa si potrà elaborare un progetto aderendo ad uno già esistente optando per una soluzione in franchising, anche se in tal caso si dovranno prendere in considerazione una riduzione dei profitti di guadagno, ma con un business prestabilito da regolamenti già impostati.

Prima di optare per un progetto a discapito di un altro sarà essenziale valutare il territorio in cui si intende investire, in modo tale da scegliere un settore adeguato che non risulti già saturo a livello di mercato, scegliendo con attenzione il pubblico di clienti a cui sarà destinata la propria attività.

Quale Forma Giuridica Scegliere

E’ possibile scegliere una delle seguenti forme giuridiche:

  • Impresa individuale
  • Impresa di persone
  • Società di capitali

L’impresa individuale rappresenta la forma più semplice di gestione, in cui si potranno assumere dipendenti e decidere autonomamente, ma allo stesso tempo presenta anche un rischio elevato in cui l’unico a rispondere sarà l’imprenditore stesso.

L’impresa di persone prevede la possibilità di avviare un’impresa in mome collettivo o in società in accomondita semplice, con una diversa ed equa distribuzione delle responsabilità imprenditoriali.

La società di capitali infine permette di godere di una responsabilità limitata, con l’unico rischio da parte dell’imprenditore e degli investitori di perdere solamente la reale cifra messa a disposizione dell’impresa.



Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi