Provincia Lavoro Cerco Lavoro Come Scrivere la Lettera di Dimissioni

Come Scrivere la Lettera di Dimissioni



Il mondo attuale del lavoro è drasticamente mutato durante il corso degli ultimi anni evidenziando tutte le conseguenze legate alla crisi economica che continua a protrarsi all’interno del panorama italiano ma anche europeo.

La situazione generale ha comportato innumerevoli perdite del proprio impiego lavorativo per moltissimi dipendenti che si sono improvvisamente ritrovati privi di aiuti e di una retribuzione adeguata al costo della vita odierna. Allo stesso tempo molti dipendenti si sono ritrovati costretti a lasciare il proprio posto professionale sulla base di diverse motivazioni personali e non.

Al fine di interrompere un qualsiasi rapporto di lavoro regolamentato da un contratto previsto per legge si dovrà ricorrere alla certificazione delle dimissioni scritte rivolte al proprio datore di lavoro.

Redigere una lettera di dimissioni nel modo corretto risulterà estremamente importante al fine di interrompere un rapporto lavorativo nel migliore dei modi, mantenendo un buon rapporto con l’ex datore di lavoro e osservando le norme vigenti sulla questione.

Come scrivere una lettera di dimissioni esaustiva e corretta? Molto spesso una semplice dichiarazione potrebbe apparire più complicata di quanto previsto. A tal proposito, attraverso questo specifico articolo basato sull’argomento, ci occuperemo di redigere una guida completa per la compilazione di una lettera di dimissioni professionale.

 

Esempi e Consigli Utili su Come Scrivere la Lettera di Dimissioni

La lettera di dimissioni, ovvero di fine rapporto professionale, dovrà essere redatta in tutte le sue parti senza tralasciare alcun dettaglio. Potrà essere scritta sia a mano che attraverso l’impiego del computer prevedendo allo stesso modo l’inserimento della propria firma finale in calce. Sulla parte alta e sinistra della lettera dovranno essere riportati i propri dati compresi di nome, cognome, indirizzo completo di residenza.



Sulla parte destra della stessa dovranno invece essere inseriti i nominativo, oppure i nominativi, relativi al proprio datore di lavoro al quale sarà indirizzata la lettera di dimissioni.

Il nome della ditta dovrà essere preceduto dalla sigla “Spett.” nel caso di più titolari amministrativi, mentre in presenza di un singolo datore di lavoro si potrà ricorrere alla dicitura “Egregio” seguita dal nominativo specifico.

La lettera dovrà riportare inizialmente anche l’oggetto del contenuto sul quale riportare la scritta “Dimissioni” in grassetto. All’interno della stesura della lettera si dovranno riportare tutti i dati anagrafici, il percorso lavorativo, la data di assunzione, la richiesta di dimissioni specificando la data esatta del termine della collaborazione professionale.

Nel caso si voglia procedere ad una spiegazione esauriente si potranno inserire anche le relative motivazioni che hanno portato alla scelta di interrompere il rapporto di assunzione lavorativa, optando per “motivazioni personali” in caso di eventi esterni allo svolgimento del proprio lavoro professionale.

Al termine della stesura della lettera di dimissioni si dovranno inserire i ringraziamenti, la data odierna e la firma in calce. La lettera dovrà inoltre essere redatta sotto forma di duplice copia poiché una della stessa dovrà rimanere in possesso dell’azienda al momento della firma del titolare o dei titolari.

La lettera potrà essere spedita tramite raccomandata postale oppure consegnata direttamente a mano in presenza di buoni rapporti con il proprio datore di lavoro.



Come Scrivere la Lettera di Dimissioni ultima modifica: 2018-06-08T11:11:23+00:00 da redazione